anonimato e privacy
 User Password
[ Registrazione ] [ Password dimenticata ]

  Le News di Oggi NoTrace Journal

File Sharing - FAQ Domande e risposte sul file Sharing e p2p - NoTrace

File Sharing

FAQ Domande e risposte sul file Sharing e p2p


Cos'è il file sharing?
Il file sharing (condivisione di file) è un modo per condividere i propri dati con altri utenti di internet sorto agli inizi degli anni '90 col famosissimo Napster col quale era possibile condividere nel web e scaricare i file Mp3 (*.mp3) che più piacevano.

il file sharing é illegale?
Il file sharing era illegale al tempo di Napster. La sua ilegalità era dovuta alla totale violazione del diritto d'autore (CopyRight). La distribuzione gratuita di file coperti dal CopyRight arrecava già all'epoca ingenti danni alle case discografiche ed agli autori delle canzoni che venivano scaricate. Fu un " errore " del creatore di Napster, Shawn Fanning, (ma fu colpa anche della tecnologia informatica ancora " limitata " negli anni passati) quello di creare un programma cheavesse bisogno di un server centrale che potesse gestire la rete di scambio; pertanto ciò rendeva molto semplice rintracciare il luogo (virtuale) nel quale si commetteva il reato e, pertanto, il committente (virtuale): il server centrale di cui era titolare Shawn Fanning. La dura battaglia legale negli U.S.A. portò alla chiusura del Napster gratuito ma, nel frattempo, sorgevano in tutto il web suoi emuli più semplici, più veloci e più difficili da rintracciare. La semplicità era dovuta ad una maggiore intuitività per l'utilizzo dei programmi (spesso tradotti in più lingue); la velocità dal fatto che la banda utilizzabile dai trasferimenti si evolveva ed aumentava e dal fatto che il percorso che il file doveva compiere era più " breve " e meno " tortuoso " : non passava più da un server centrale riducendo anche al minimo le possibilità dirintracciare chi violasse il CopyRight.

Se il file sharing é illegale perché esistono programmi a questo dediti?
Gli eredi di Napster (ed in particolare i loro programmatori e divulgatori) trovarono un modo per evitare di essere denunciati perché istigatori di un reato o divulgatori di un mezzo per commetterlo. Bastò inserire nella licenza (quasi sempre gratuita) di utilizzo la nota che il programma doveva essere usato per condividere nel web dei file non coperti dal CopyRight quali testi, foto, Mp3, video, etc. creati dal condivisore che in questo modo intendeva divulgarli e/o pubblicizzarsi. Tuttora, in quasi tutti i programmi per il file sharing presenti in circolazione, è riportato nel contratto di licenza (o note legali) che l'utilizzo del programma è viatato per la divulgazione di file coperti dal CopyRight; quindi il programma è creato e distribuito nella piena legalità. Dunque è a discrezione, nonché a rischio e pericolo, degli utenti rispettare il contratto di licenza o meno.

Perché enti e persone danneggiate dal file sharing non provvedono a bloccare questo fenomeno?
Bloccare il file sharing così come lo si conosce e utilizza oggi (il peer to peer o P2P = da un PC direttamente ad un altro PC) è praticamente impossibile. Ilnon passare più da un server centrale che gestisce i trasferimenti rende quasi impossibile rintracciare tutti i violatori del CopyRight, e tenere sotto controllo le reti di scambio risulterebbe incredibilmente difficoltoso in quanto le leggi sul CopyRight sono diversificate (e quindi più o meno severe) a seconda dei paesi. Inoltre rintracciare tutti i condivisori che violano il CopyRight su scala mondiale sarebbe incredibilmente oneroso. Ma ben più fondamentale è il fatto che, col file sharing, le case discografiche/cinematografiche/etc. hanno la possibilità di pubblicizzare il loro prodotto in modo assolutamente gratuito. E' infatti spesso difficoltoso per chi ha connessioni lente scaricare interi album o interi film e quindi chi scarica il singolo brano/spezzone di film è invogliato (sperano le case produttrici) ad acquistare il prodotto completo. Chi ha invece connessioni veloci ha modo di scaricare tutto quel che vuole in breve tempo (relativamente breve) a patto che qualcuno lo condivida; in caso contrario bisognerà ricorrere all'acquisto del prodotto originale.

in che modo il file sharing influisce sulla sicurezza del mio sistema?
Ogni sistema sul quale è installato un programma per il file sharing diventa più o meno attaccabile. Per condividere i file coi vari utenti è necessario aprire più porte del proprio PC aumentando, così, la possibilità di intrusioni. E' quindi necessarrio far sempre monitorare da un firewall (porta tagliafuoco) le porte utilizzate dal programma di scambio file per il flusso di dati in entrata e in uscita. Non sempre però un firewall può bastare. Delle volte i programmi per il file sharing contegono pubblicità e/o spyware (fusione tra " to spy " = spiare e aware = consapevolezza) che quindi rallentano la connessione ed inviano informazioni sulle abitudini del navigatore al produttore del programma di scambio o a terzi ad esso affiliati. Le informazioni inviate riguardano solitamente il genere di siti visitati e nella maggior parte dei casi non sono, quelli che " spiano " , programmi illegali ma aggiunte al programma principale ai quali si acconsente nelle note legali per utilizzare il programma. In altre parole c'è la " consapevolezza di essere spiati " . Per combattere il problema pubblicità e/o spyware basta affidarsi a programmi che non abbiano nessuno dei due

Cosa posso fare se il file che ho scaricato é danneggiato incompleto sbagliato illegale?
Il problema del file sharing sono i file fake (falso). Delle volte capita di cercare e scaricare un file che appare con un nome ma che in realtà è tutt'altro. In questo caso si deve cercare nuovamente il file e riscaricarlo. Per ovviare al problema, i programmi di file sharing sono dotati di riproduttori audio/video che permettono di ascoltare e/o vedere i file mentre vengono scaricati. Questi riproduttori funzionano, solitamente, con file di tipo *.mp3, *wav, *.mpg. Per altri tipi di file sorgono complicazioni. Per i file video di tipo *.avi esistono ricostruttori di indice ovvero programmi che permettono di " chiudere " la quantità di dati ancora incompleta per poi essere vista con un normale lettore multimediale (es.: Windows Media Player).



E' necessario però avere alcune accortezze con i file *.avi poiché ricostruendo l'indice e " chiudendo " i dati scaricati sarà impossibile continuare il download. Pertanto bisogna ricostruire l'indice della copia del file originale così da non compromettere la continuazione del del downolad del *.avi. In questo modo si potrà essere certi che ciò che si sta scaricando corrisponde a ciò che realmente si vuole. Un esempio di programma che riostruisce l'indice è dato da DivFix (freeware = licenza di utilizzo gratuita) prelevabile da http://divfix.maxeline.com/ .
Bisognerà invece attendere la fine del download per file video/audio *.mov (riproducibili con Quick Time).
Per i file di immagine (*.jpg, *.bmp, *.gif) sarà necessario utilizzare un visualizzatore di immagini per controllare l'immagine (ma non sempre sarà possibile) durante il download di questa. Esistono poi i file che offendono la moralità del navigatore (molto spesso illegali). In casi del genere è consigliabile seguire la seguente procedura. Inserire in un floppy disk o su un CD un documento di testo sul quale è segnalato: - il nickname esatto del condivisore di quel determinato file; - il nome esatto e le dimensioni in KB del file; - l'indirizzo IP del condivisore (se lo si conosce o si è in grado di ricavarlo legalmente); - il proprio indirizzo IP al momento del download del file; - giorno, mese e anno (precisi) e ora di inizio e termine (orientativi) del download; - cancellare e non condividere il file per evitare di continuarne la diffusione. Recarsi al più vicino comando delle forze dell'ordine del proprio paese (i carabinieri per l'Italia. Tel.: 112) e sporgere denuncia allegando il supporto (floppy disk e/o CD).
Lo sfuttamento sessuale di minori è un reato molto grave nella quasi totalità dei paesi mondiali. Non abbiate paura di denunciarlo! E' molto semplice imbattersi in quel genere di file (purtroppo) e nessuno penserà male di voi anzi... avrete fatto sicuramente del bene e dovrete esserneorgogliosi! Per i reati contro gli animali i paesi con legislazioni precise e severe (come l'Italia) sono in numero inferiore. Vi ricordo che può capitare di scaricare i file da utenti stranieri. Anche in questo caso dovrete sporgere denuncia alle autorità del vostro paese in quanto il reato (la distribizione di materiale informatico illegale che ha offeso la vostra moralità) si è svolto in esso. Saranno le autorità a svolgere le dovute indagini e a girare queste, in alcuni casi, ai paesi di competenza.

di gibi - Giuseppe Benevento, sabato 19 novembre 2005


File Sharing
FAQ Domande e risposte sul file Sharing e p2p

Rank: 3,89Rank 3,89/5 Vota

Translate File Sharing in English Translate in English

Guida PeerGuardian
PeerGuardian 2


Articoli Correlati

File Sharing
FAQ - LegalitÓ e file Sharing il p2p e la sicurezza

Guida PeerGuardian
E' un firewall software gratuito ed unico nel suo genere pensato per tenere lontane RIAA e MPAA. PG2 Ŕ indispensabile per difendersi da queste organizzazioni , che spiano utenti della community p2p.


DownLoad Correlati

PeerGuardian 2 ver. 2.0 Beta 6c
E' un firewall software gratuito ed unico nel suo genere pensato per tenere lont...
Software Freeware Lingua software Italiano

Protowall ver. 2.0.1.9 Beta
Software che si occupa di scaricare dalla rete una lista aggiornata di indirizzi...
Software GNU-GPL Lingua software Inglese

Visualizza altri Programmi


Termini Correlati

AVI: Audio Video Interleaved, Formato usato da applicativi multimediali Animazione in...

BMP: Formato usato dall'applicativo PAINT Immagine in formato bitmap...

Download: Indica il trasferimento, normalmente di files, da un computer remoto ad uno loca...

Fake: Letteralmete: falso ( es: fake mail , vale a dire e-mail inviate camuffando il m...




NewsLetter @ Sicurezza


Resta Informato con la Newsletter di NoTrace Security

Codice di Sicurezza
clicca per ricaricare il codice di sicurezza 
Ricarica Codice
Iscrivimi Cancellami
 
Iscrizione Gratuita 100% Privacy

 




Copyright © 1999/2017 Nazzareno Schettino Tutti i diritti riservati - NoTrace Sicurezza Informatica - Contatti
privacy e sicurezza dati